09-07-2018

5 giorni

A testa /

100,00

Pagina iniziale corsi

Workshop La Voce

Workshop La Voce

Insegnante

Giuliana Pisano

Categoria

Impostazione Vocale

I partecipanti del corso

Ancora nessun partecipante

Recensioni dei corsi

Ancora recensioni

MIGLIORARE LE PROPRIE PRESTAZIONI PROFESSIONALI ESPLORANDO E SPERIMENTANDO L’USO DELLA VOCE

Intraprendere il viaggio della conoscenza con lo spirito dell’esploratore attraverso un percorso di ricerca e creazione secondo il metodo Kristin Linklater.

Ideato e diretto da Giuliana Pisano.

APPUNTI

Scopo di quest’incontri è di approfondire l’argomento ‘Voce’, fondamentale per il lavoro di un attore. Toccando le varie relazioni che legano voce, movimento, fantasia. E’ un allenamento indispensabile

La funzione primaria della voce sta nella trasmissione di ciò che pensiamo e sentiamo (come sentimenti) La voce quindi serve a comunicare con il mondo al di fuori di noi.
L’aria entra nei polmoni e quando viene rilasciata fa vibrare le corde vocali (queste sono lunghe tra i 30 e i 50 mm e vengono allungate o accorciate dalla cartilagine a cui sono attaccate) . Le vibrazioni vengono in seguito rafforzate, a seconda dell’altezza del suono, dagli appositi risonatori, per poi finalmente uscire, anche se non esclusivamente, dalla bocca, dove lingua, palato e labbra modellano le parole dando forma al suono attraverso le articolazioni. Viene così trasmessa l’ informazione al di fuori di me.

Oltre al bisogno di comunicare c’è bisogno anche di una coordinazione corporea che permetta alle parti del corpo appositamente preposte di essere attive nel processo della voce cioè di partecipare e a quelle parti non preposte a non disturbare la voce cioè di non irrigidirsi.

Sin dalla nascita siamo naturalmente dotati di un patrimonio di 3-4 ottave d’estensione, per quanto riguarda la voce parlata, capaci di esprimere qualunque sfumatura di pensiero o di

sentimento.
Purtroppo però nel corso della vita capita che la voce venga condizionata da tensioni e difese acquisite, così come da inibizioni e condizionamenti ambientali. Esempio: I bambini grandi non piangono. Smetti di gridare o non avrai il gelato. Le bambine educate non alzano la voce. Non si ride in chiesa … Dio ti guarda.
Si è creato così un meccanismo a mio parere deleterio per la voce. Si è creato un filtro che lascia passare solo ciò che ha il permesso di essere espresso: chi parla apparirà in modo conveniente, ma non autentico. Si è creato quindi un meccanismo di protezione. Altre rigidità possono essere rappresentate da posture fisiche assunte per molto tempo, oppure rigidità acquisite a causa di tensioni accumulate nel tempo..

Queste abitudini e meccanismi sviluppati nel tempo possono disturbare il libero funzionamento della voce e quindi della comunicazione.

Lo scopo di questo laboratorio è la liberazione dell’espressività già conosciuta dall’organismo in età infantile, quindi istintiva (nel senso di impulsi), con l’aggiunta della consapevolezza di ciò che succede.

VOCE

Il lavoro consiste nel prendere coscienza e consapevolezza del proprio corpo e di conseguenza della propria voce con:

  • Rilassamento di lingua, mascella e palato (queste sono le parti attraverso le quali la voce passa e che decidono se esce libera, oppure viene spinta nel naso, trattenuta in gola e via dicendo).
  • Tecniche di concentrazione e di rilassamento.
  • Esercizi della respirazione libera.
  • Potenziamento delle vibrazioni nel corpo.
  • Tecniche di emissione vocale.
  • Esplorare e a rendere accessibili gli spazi di risonanza.
  • Modulazione del suono.
  • Utilizzo dei risuonatori.
  • Potenziamento della voce.
  • Lavoro sull’articolazione al fine di raffinarla, renderla precisa e capace di velocità.

Lo scopo di questi esercizi è restituire all’allievo la sua propria voce, e all’attore la sua totale capacità di comunicazione. Consegnare così all’allievo/all’attore un riscaldamento vocale che serve per un training giornaliero, per un’efficace preparazione vocale prima di andare in scena, che lo porterà quindi ad ottenere non solo un solido contatto con la propria voce e le sue immense potenzialità, ma anche a liberare un’enorme energia vitale e creativa.

IL WORKSHOP

Il workshop si svolge dal 9 al 13 Luglio 2018

Si rivolge ad attori, a coloro che vogliono semplicemente avvicinarsi al teatro come motivo di arricchimento personale e a tutti coloro che vogliono migliorarsi e scoprire le proprie capacità espressive vocali: giornalisti, addetti alle pubbliche relazioni, insegnanti, segretarie di direzione, avvocati, liberi professionisti.

Numero max. partecipanti: 10

Costo di partecipazione:  € 100,00

Gli incontri si terranno da lunedì a venerdì dalle 17:00 alle 19:30

Sede: Quartieri Airots, Via Carlo de Cesare, 9 Napoli

I nostri insegnanti principali

Prezzo : 100,00 €

Max Disponibilità : 10

luogo : Teatro Quartieri Airots

Tipologia : Workshop

ISCRIZIONE GRATUITA

Fino al 31 luglio

Scrivici per ricevere il modulo di iscrizione

info@airots.it